Pakistan: attacco talebani fa strage di bambini in una scuola

Islamabad. Nuova sanguinosa azione terroristica in Pakistan. Un commando di talebani armati di fucile ha attaccato a Peshawar una scuola pubblica, frequentata da alunni tra 6 e 16 anni, appartenente all'esercito. Il bilancio è di 104 persone, di cui 84 studenti.

Lo ha confermato in una conferenza stampa il governatore della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, Pervez Khattak. I terroristi, un nucleo di cinque o sei elementi, sono penetrati nell'edificio tenendo in ostaggio circa 500 tra studenti e insegnanti. Secondo quanto riferiscono i media internazionali, l'azione è stata rivendicata dalla sigla Ttp (Tehreek-e-Taliban Pakistan).

L'attacco è una crisi nazionale secondo il primo ministro pakistano Nawaz Sharif: "Seguirò le operazioni personalmente da Peshawar", ha detto. Nel frattempo sono state incrementate le misure di sicurezza nella capitale Islamabad e il governo della provincia di Khyber Pakhtunkhwa ha dichiarato tre giorni di lutto per gli studenti uccisi nell'azione.

Azione di vendetta. A scatenare l'attacco è stata la vendetta per l'operazione lanciata dall'esercito pakistano contro i miliziani nel Nord Waziristan e nella Khyber agency. Lo rende noto un portavoce dei Talebani, Muhammad Khorasani, al sito di The Express Tribune. ''I nostri sei combattenti sono riusciti a entrare nella scuola dell'esercito e noi gli stiamo dando istruzioni dall'esterno'', ha detto Khorasani. ''I Ttp hanno compiuto questo gesto estremo per vendetta - ha aggiunto a The Express Tribune -.

Colpiremo ogni istituzione collegata all'esercito fino a quando fermeranno le loro operazioni e gli omicidi extra giudiziari dei nostri detenuti''. ''I nostri detenuti vengono uccisi e i loro corpi gettati per le strade - sostiene Khorasani -. Abbiamo detto ai nostri uomini di non colpire i bambini piccoli anche se sono figli di militari o di leader civili''.

L'operazione dell'esercito a cui il portavoce dei Talebani fa riferimento è quella denominata 'Zarb-e-Azb' e lanciata il 15 giugno dalle forze della sicurezza pakistana contro i Talebani e i miliziani della rete Haqqani nel Nord Waziristan a seguito di un attacco all'aeroporto di Karachi. L'offensiva ha costretto oltre 800mila civili ad abbandonare le proprie case, mentre l'esercito ritiene di aver liberato il 90% della regione tribale dai militanti.

Renzi: "Mondo reagisca a orrore". Cameron: "Attacco scioccante".

"Bambini, bambini uccisi, bambini uccisi a scuola. Inconcepibile. Il mondo deve agire all'orrore". Così Matteo Renzi ha commentato la strage su Twitter.
"La notizia dal Pakistan è profondamente scioccante. È orribile che dei bambini siano stati uccisi solo perché andavano a scuola", ha scritto sempre su Twitter il premier britannico, David Cameron.

 

Fonte: repubblica.it