Meno separazioni, e' boom degli affidi condivisi

6 agosto 2008

ROMA. Boom dell'affidamento condiviso per figli di ex coniugi nel 2006. Anno in cui le separazioni sono diminuite (confermando cosi' l'inversione di tendenza del 2005) anche se sono aumentati i divorzi. E' il quadro che fa l'Istat delle separazioni e dei divorzi delle famiglie italiane su dati del 2006
SEPARAZIONI ANCORA IN CALO

Nel 2006, i coniugi che hanno deciso di separasi sono diminuiti del 2,3% rispetto all'anno precedente; i divorzi invece continuano a crescere, +5,3%. Complessivamente, si sono registrati 80.407 separazioni e 49.534 divorzi. Tuttavia, in dieci anni le separazioni e i divorzi sono aumentati, rispettivamente, del 39,7% e del 51,4%. Ci sono state 5,4 separazioni e 3,3 divorzi ogni mille coppie coniugate; il maggior numero al Nord, 6 separazioni e 4,2 divorzi ogni mille coppie. In otto casi su 10 le separazioni sono consensuali, in 4 su 10 nei divorzi.

AFFIDAMENTO CONDIVISO IN UN CASO SU TRE

Il ricorso a questo affido e' piu' che raddoppiato in un anno: 38,8% delle separazioni (era stato l'11,6% nel 2005) e nel 28% dei divorzi (15,4%). Nel 2006 e' entrata in vigore la legge sull'affidamento condiviso (la n. 54) ma anche prima era una procedura sempre piu' ricorrente: dal 2,8% nelle separazioni al 2,2% nei divorzi nel 1997 al 15,4% e all'11,6% nel 2005. La custodia esclusiva premia ancora la madre (58,3% delle separazioni e nel 67,1% dei divorzi). L'affidamento condiviso prevale nelle separazioni consensuali, il 42,2%; scende nelle giudiziali, 18,9%.

IN SETTE COPPIE SU 10 CHE SI SEPARANO CI SONO FIGLI

I figli coinvolti nella crisi coniugale dei genitori sono stati 98.098 nelle separazioni (63.256 minori) e 46.586 nei divorzi (23.940). In oltre la metà delle separazioni ed un terzo dei divorzi c'é almeno un figlio minore.

LA FREQUENZA DI VISITA DEL GENITORE NON AFFIDATARIO

Nella maggior parte delle separazioni (56,8%) e' fra i due e sei giorni, seguita con distacco dalla visita settimanale (20,3%) e da quella giornaliera (14,5%).

LA CASA RESTA PER LO PIU' ALLA MADRE

E' assegnata dal giudice alla moglie nel 58% delle separazioni (66,3% se l'affidamento e' condiviso), al marito nel 21,1%. In caso di divorzio la ex coppia lascia la casa di famiglia nel 47,9% dei casi.

E' IL PADRE CHE DA' L'ASSEGNO

Nel 94,5% dei casi di separazioni con minori e' il padre che da' l'assegno di mantenimento; entrambi i genitori nel 4% dei casi, la madre solo nell'1,5%. Nel 2006, l'importo medio mensile è stato di 499,62 euro nelle separazioni e di 441,49 euro nei divorzi. L'assegno varia a secondo del numero dei figli: oscilla in media da 414,38 nelle separazioni con un minore a 753,99 con almeno tre figli. Aumentano le richieste di revisione delle condizioni di separazione e divorzio, +6,8% rispetto al 2005, pari a complessive 11.167. Ne sono state esaurite 10.424.

Fonte: Ansa