Guatemala: uno studio sui traumi vissuti dai minori in istituto

25 settembre 2008

CITTA' DEL GUATEMALA. Il quotidiano guatemalteco “Prensa libre” ha curato un servizio dedicato a un gruppo di ventun bambini abbandonati e orfani ospiti in diversi istitui del paese che, con l’aiuto degli psicologi, hanno raccontato le loro esperienze di abbandono attraverso i disegni.

Come emerge dalla ricerca, la maggior parte dei bambini (86%) ha voluto illustrare con il proprio disegno il desiderio di vivere in una famiglia.

Il 28% degli intervistati non è stato in grado di raffigurare il concetto di casa perché questi bambini non hanno mai provato cosa significhi avere al proprio fianco una mamma e un papà.

Dai disegni dei bambini gli specialisti hanno saputo riconoscere i traumi comuni vissuti da ognuno di loro, seppure si tratti di minori assistiti in strutture differenti. I bambini presentano segni di estrema insicurezza e bassa autostima, difficoltà a socializzare e fidarsi del prossimo. Il risultato di questo studio, dovrebbe contribuire a una presa di coscienza delle autorita’ guatemalteche sulle condizioni in cui vivono i bambini istituzionalizzati.

Fonte: Aibi